BOINC – progetti di Astronomia

segnali radio di setiDopo i progetti di Medicina, seconda carrellata dei principali progetti BOINC, questa volta incentrata sulle ricerche di Astronomia.
Volendo proprio dirla tutta è stato SETI che ha gettato le basi per il calcolo distribuito. Quando ancora BOINC non esisteva, i ricercatori SETI hanno avuto la geniale idea di spedire ai pc dei volontari i segnali radio captati dal radiotelescopio Arecibo per setacciarli e scoprire eventuali impulsi di origine extraterrestre.
Si è aperto così un nuovo mondo: potenza di calcolo praticamente illimitata a disposizione di tutti i centri di ricerca che ne avessero bisogno.

Se stelle e pianeti sono la vostra passione avete trovato pane per i vostri denti :D
Ecco i più importanti progetti di astronomia attualmente attivi su BOINC.

COSMOLOGY
cosmology logoCosmology@home è un progetto gestito dall’università dell’Illinois il cui scopo è l’individuazione del miglior modello descrittivo dell’Universo. Il vostro computer simulerà una possibile evoluzione dell’universo dal big bang a oggi.
Variando i parametri iniziali, i ricercatori avranno a disposizione una serie pressoché infinita di modelli matematici da confrontare poi con i dati sperimentali delle osservazioni effettive.
Maggiori informazioni QUI

EINSTEIN
einstein logoEinstein@home è un interessante progetto di astronomia che studia le onde gravitazionali generate dalle pulsar (stelle di neutroni). Aderendo a questo progetto, riceverete dati dai due principali dai maggiori interferometri terresti (LIGO e GEO600) alla ricerca di onde gravitazionali coerenti con la teorià della relatività di Einstein.
Maggiori informazioni QUI

SETI
seti logoSeti@home è il più ‘antico’ e il più seguito fra i progetti BOINC, basti pensare che da solo assorbe il 40% di tutta la potenza di calcolo messa a disposizione dai volontari. È stato il progetto pioniere, avendo di fatto creato il calcolo distribuito.
Partecipando a Seti sarete agganciati ai segnali radio rilevati dal più grande radiotelescopio del mondo, quello di Arecibo. Questi segnali verranno analizzati dal programma alla ricerca di eventuali impulsi artificiali, possibilmente di origine extraterrestre.
Attualmente, affiancata all’applicazione “classica” è stata lanciata Astropulse, una nuova applicazione in grado di rilevare impulsi provenienti da Pulsar, RRAT e buchi neri. Lo scopo ultimo è rilevare nuovi corpi celesti non ancora scoperti.
Il progetto SETI è Open Source.
Maggiori informazioni QUI

Da ultimo, una raccomandazione:
state lontani da Lattice e Milkyway. Potrebbero sembrare dei seri progetti di astronomia ma NON LO SONO. Io vi ho avvertiti ;)

LINKS
Vai all’articolo cos’è il Calcolo Distribuito
Vai alla categoria BOINC
Vai alla categoria Informatica
[sito esterno] BOINC.Italy il portale del più grande team italiano

Ducati 749

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: