Dakar 2009 – Marc Coma dominatore assoluto

coma ktm dakar 2009 (0,1 MB)Terminata ieri la 31° edizione della Dakar.
Ancora una volta, il percorso si è dimostrato estremamente selettivo. I ritiri fra le moto hanno sfiorato il 50% (113 piloti all’arrivo su 217), così come fra i quad (solo in 13 su 25 hanno raggiunto Buenos Aires) e le auto. Solo gli equipaggi dei camion sono sembrati soffrire meno degli altri, aiutati però anche dal “taglio” di alcune tappe.
Vincitore della Dakar 2009 lo spagnolo Marc Coma (KTM), che riesce a ripetersi dopo l’affermazione di 3 anni prima. Meritatissimo il trionfo di Coma, rimasto in testa alla corsa dalla prima all’ultima tappa grazie anche a una moto perfetta e a qualche errore di troppo degli avversari.

Il 3 volte campione del mondo Rally ha saputo mettere in gioco tutta la sua esperienza per gestire il vantaggio accumulato e sfruttare al meglio le gomme che, soprattutto nelle tappe di apertura, hanno sofferto pesantemente il terreno sudamericano.

casteu ktm dakar 2009Buono il secondo posto di Cyril Despres (KTM) che grazie anche a qualche ritiro (Jonah Street ha deciso di non prendere parte alla 9° tappa a causa del forte dolore a un polso) riesce a guadagnare le posizioni perse nelle prime giornate.
Terzo David Frétigné. Il pilota francese, che accusa oltre 90 minuti di ritardo da Coma, è stato in realtà protagonista di un ottima prova. La Yamaha 450 che ha avuto a disposizione nulla poteva contro le potenti KTM 690.. il podio in classifica generale sembra il massimo a cui avrebbe potuto aspirare.
Inutile dilungarsi sulla KTM. La casa austriaca domina ormai da anni i campionati Rally e Enduro di tutto il mondo. Basti pensare che le prime 10 moto classificate alla dakar di quest’anno, 8 sono KTM. Uniche eccezioni la Yamaha di Frétigné, di cui ho già parlato, e la Honda di Goncalves giunto 10° a oltre 4 ore di distacco.

duclos ktm dakar 2009Nella classifica riservata alle moto “di serie”, categoria Marathon, primo classificato l’olandese Frans Verhoeven (KTM) giunto 8° in classifica generale.
Purtroppo, da segnalare che nessun italiano ha raggiunto il traguardo di Buenos Aires. Il nostro Mirco Miotto (Yamaha) si è purtroppo ritirato proprio all’ultima tappa. Segnalo con ritardo che FEDERICO GHITTI (KTM) è giunto al traguardo di Buenos Aires, pur con oltre 65 ore di distacco dalla vetta. Mi scuso per l’errore.
A parte due camion Iveco (equipaggi: Trucco/Pattono e Rickler/Guintoli/Totani), l’unico mezzo “nostrano” a tagliare il traguardo e stata la Beta 525 del francese Mathieu Serradori, 51° in classifica con oltre 20 ore di distacco.

Dominio assoluto anche nei Quad.
Il ceco Josef Machacek (Yamaha) è giunto a Buenos Aires con ben 2 ore e 30′ su Patronelli (CAN AM) e quasi 8 ore (!) su Rafal Sonik (Yamaha).
Anche qui, purtroppo, nessun italiano in classifica.
__________

  1. Marc COMA (KTM) +0.00′ [vincitore SP Over]
  2. Cyril DESPRES (KTM) +1.26′
  3. David FRETIGNE (Yamaha) +1.39′ [vincitore SP 450]
  4. David CASTEU (KTM) +2.18′
  5. Helder RODRIGUES (KTM) +2.22′
  6. Pal ULLEVALSETER (KTM) +2.25′
  7. Jordi VILADOMS (KTM) +2.28′
  8. Frans VERHOEVEN (KTM) +2.51′ [vincitore Marathon Over]
  9. Henk KNUIMAN (KTM) +3.23′
  10. Paulo GONCALVES (Honda) +4.13′

Quad:

  1. Josef MACHACEK (Yamaha) +00.00′
  2. Marcos PATRONELLI (CAN AM) +02.34′
  3. Rafal SONIK (Yamaha) +07.43′
  4. Hubert DELETRIEU (Polaris) +11.14′
  5. Oldrich BRAZINA (Yamaha) +16.00′

LINKS
Vai alla categoria Campionati Off-road
Vai alla categoria Motociclismo
[sito esterno] Dakar.com

Ducati 749

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: