Cossiga parla di nuovo. Rabbrividiamo insieme

cossiga il picconatoreNuove dichiarazioni di Cossiga sulle manifestazioni studentesche e nuovo post “informativo”.
Quando ho aperto questo blog, mai avrei pensato di trovarmi impegnato quasi quotidianamente a riflettere (?) sulle aberranti affermazioni di un ex Presidente della Repubblica, ora Senatore a vita, come Francesco Cossiga..
eppure le circostanze mi obbligano, cercate di capirmi…

E’ di ieri la notizia che Cossiga, evidentemente non soddisfatto delle sue precedenti dichiarazioni sulle manifestazioni studentesche, è tornato a parlare di tali manifestazioni e di come si dovrebbe comportare il Governo per fronteggiarle al meglio..
Anche ‘sta volta, l’ex presidente non ci è andato leggero, ma vediamo insieme cos’è riuscito a dire in una lettera aperta al capo della Polizia..
qui ci tro

Come al solito, Cossiga non vede l’ora di trovare un pretesto per massacrare i manifestanti e trasformare pacifiche proteste in un bagno di sangue…

“l’ideale sarebbe che di queste manifestazioni fosse vittima un passante, meglio una donna o un bambino”

Cossiga si augura che non rimangano uccisi, ma semplicemente feriti, meglio se in modo grave. Spera però che la vittima venga fatta fra gli agenti delle forze dell’ordine possibilmente “in tenuta ordinaria” per sollevare l’opinione pubblica contro gli studenti.
In questo modo il Governo potrebbe ”intervenire massicciamente e pesantemente” ma ”senza arrestare nessuno”.
Inoltre, aggiunge Cossiga, sarebbe meglio se le devastazioni degli studenti fossero rivolte verso obiettivi ‘cattolici’ come l’arcivescovato di Milano o qualche sede della Caritas.

Ma vi rendete conto???? O_O
un Senatore della Repubblica che spera nel ferimento di un bambino e nell’uccisione di un poliziotto, solo per giustificare cariche ‘assassine’ della Celere nei confronti degli studenti?? ahah! se non fosse vero ci riderei sopra.. e invece..
ma vi sembra un paese civile quello dove un onorevole si permette di dare consigli su come reprimere nel sangue delle manifestazioni studentesche??
possibile che appena ci troviamo di fronte a un movimento spontaneo ‘di partecipazione’ lo dobbiamo spegnere con la forza?

cerchiamo di riflettere, signori miei.. quando sento certe parole posso solo pensare che siano state pronunciate da persone povere e represse, con tanta rabbia in corpo da sfogare possibilmente con i più deboli
eppure queste persone ci governano
da anni
riflettete e rabbrividite..

LINK
Vai alla categoria Riflessioni a tempo perso

Ducati 749

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: