Mondiale Motogp – test di Valencia

rossi yamaha motogp testvalencia ott.2008 (0,1 MB)Non si fa in tempo ad archiviare una stagione (non sono ancora riuscito a scrivere niente sulla 250 e la 125..) che già comincia la successiva.. Eccoci dunque ai test di Valencia, pista sulla quale si è corso l’ultimo gran premio della stagione; una due giorni di test che dovrebbe consentire ai piloti di conoscere le nuove squadre e prendere confidenza con le nuove moto.
Il primo giorno le condizioni erano perfette, anche meglio di domenica a detta di alcuni piloti. Discorso diverso per martedì, che ha riservato pioggia battente per tutta la giornata.

Cominciamo dall’unico vero vincitore di questi test: la Bridgestone.
Non tanto perchè quasi tutti i piloti abbiano espresso stupore per le ottime performace delle gomme giapponesi, quanto per il fatto che la Bridgestone sia riuscita ad accapararsi la fornitura degli pneumatici anche per la Motogp dopo averlo fatto in Formula1.. Sinceramente, penso che questa sia una grande sconfitta per il motociclismo. Lo sviluppo e la competizione fanno bene alla tecnologia e non capisco per quale motivo logico si debba mettere un freno all’evoluzione della tecnologia stessa. E infatti il motivo è puramente politico, non logico.. il fenomeno mediatico “motogp” impone che a vincere debba essere necessariamente il pilota che fa più audience. Con questa logica vengono quindi creati regolamenti tecnici e sportivi che possano in qualche modo influenzare i risultati a favore di una certa parte ‘politica’.
Scommettiamo che se il sig.Rossi non si fosse mai trovato in difficoltà, non avremmo mai sentito parlare di monogomma?

1° giorno

dovizioso honda motogp testvalencia ott.2008 (0,1 MB)Passiamo ai tempi và.. forse è meglio..
Miglior tempo di giornata e record della pista (di oltre 1 decimo) per Casey Stoner che conferma le ottime caratteristiche della nuova Ducati Desmosedici “senza telaio”. Peraltro le potenzialità della moto si erano già intuite qualche mese fa, durante i primi test, quando Casey fece il miglior tempo dopo solo un paio di giri. Casey si è detto impressionato dal motore, più potente e progressivo e dall’ottimo assetto in frenata. E’ invece dispiaciuto per non aver migliorato il tempo nel pomeriggio a causa di una scelta di gomme non azzeccata.
Subito dietro Pedrosa e Rossi (che come al solito è rimasto ‘coperto’ nelle prime uscite per poi migliorare a fine turno). Insomma niente di nuovo sotto al sole, i migliori sono sempre questi tre…
Stupiscono invece le Suzuki, Vermeulen e Capirossi sono 4° e 5° mentre abbiamo visto tutti come domenica, con la moto vecchia, fossero in evidente difficoltà. Speriamo quindi che la Suzuki abbia finalmente trovato la strada giusta per essere competitiva per tutto il campionato.
Molto indietro invece le Honda, soprattutto Dovizioso. Andrea dice di essersi trovato molto bene con la moto, pare sia rimasto piacevolmente colpito dalla confidenza con la gomma anteriore e dall’evoluta elettronica presente sulla moto ufficiale (chi ha orecchie per intendere..). Personalmente mi sarebbe piaciuto vederlo tirare per confrontare subito i suoi tempi con quelli dei migliori, ma per il momento Dovizioso pare abbia preferito ambientarsi con calma. [metto fra parentesi la descrizione del gelo che regna nel box Honda. Pare che Pedrosa e Puig non abbiano nemmeno rivolto la parola al neo acquisto HRC…]
Senza voto De Angelis, che sinceramente non mi è mai piaciuto tantissimissimo come pilota. Voto ZERO invece a Melandri… ma possibile che con una moto di mer*a si sia messo subito a girare più forte che con la Ducati?? mah.. lasciamo perdere…
Per concludere dico solo che mi spaventano un po’ i 2 secondi rifilati a tutte le altre Ducati da Casey Stoner.. Posso capire Kallio che arriva dalla 250 (e da una brutta caduta), ma Canepa, Hayden e Gibernau potevano forse fare un po’ meglio.. speriamo bene per i prossimi test (fra un mese a Jerez), soprattutto dall’italiano mi aspetto grandi cose..

  1. Casey STONER – Ducati (54 giri) – 1’32.464″
  2. Dani PEDROSA – Honda (60) +0.2″
  3. Valentino ROSSI – Yamaha (34) +0.5″
  4. Chris VERMEULEN – Suzuki (67) +0.7″
  5. Loris CAPIROSSI – Suzuki (75) +0.9″
  6. Alex DE ANGELIS – Honda (77) +0.9″
  7. Jorge LORENZO – Yamaha (44) +1.1″
  8. Andrea DOVIZIOSO – Honda (57) +1.2″
  9. John HOPKINS – Kawasaki (74) +1.3″
  10. Marco MELANDRI – Kawasaki (75) +1.3″
  11. Randy DE PUNIET – Honda (80) +1.4″
  12. Nicky HAYDEN – Ducati (79) +1.5″
  13. Toni ELIAS – Honda (81) +1.7″
  14. Sete GIBERNAU – Ducati (52) +2.0″
  15. Mika KALLIO – Ducati (60) +2.3″
  16. Olivier JACQUE – Kawasaki (71) +2.5″
  17. Niccolò CANEPA – Ducati (62) +2.5″
  18. Yuki TAKAHASHI – Honda (73) +2.8″

2° giorno

hayden ducati motogp testvalencia ott.2008 (0,1 MB)Le purtroppo impietose condizioni atmosferiche non hanno consentito il regolare svolgimento dei test iniziati il giorno precedente. Quando le condizioni si sono stabilizzate, solo 7 piloti hanno deciso di scendere in pista per un breve test delle Bridgestone da bagnato.
Miglior tempo per Hayden (una Ducati davanti a tutti ieri, una Ducati davanti a tutti oggi..) che tenendo fede al proprio titolo di ‘pilota-operaio’ si è fatto 20 giri sotto l’acqua per prendere confidenza con la nuova moto. La cosa che adoro di questo pilota è che si fa un culo così tutti i santi giorni, anche se piove o fa freddo.. io credo che Nicky sia veramente da ammirare.
Comunque anche Hayden (come Stoner) si è detto impressionato dal motore, sia per potenza che per fluidità di guida. La nuova Ducati dovrebbe essere uscita proprio bene..
I tempi non sono neanche da commentare, credo che nessuno abbia tirato. Rischiare una caduta in questi test significa rischiare la vita al rientro ai box per aver distrutto l’unico esemplare esistente della propria moto….
Da lodare comunque l’impegno dei pochi piloti che hanno girato anche con condizioni atmosferiche pessime (notare che Capirossi abbia quasi 40 anni e sarebbe stato una dei pochi ‘scusabili’). E qui due parole le vorrei dire: capisco Stoner, Rossi e Pedrosa.. ma tutti gli altri credo che avessero il DOVERE di uscire a fare qualche giro, anche solo per onorare il contratto appena firmato. Non riesco proprio a concepire il fatto che “se piove si sta ai box”… mah..

  1. Nicky HAYDEN – Ducati (20 giri) – 1’48.287″
  2. Andrea DOVIZIOSO – Honda (26) +0.0″
  3. Marco MELANDRI – Kawasaki (26) +0.5″
  4. Niccolò CANEPA – Ducati (25) +1.6″
  5. Mika KALLIO – Ducati (26) +2.0″
  6. Toni ELIAS – Honda (16) +5.8″
  7. Loris CAPIROSSI – Suzuki (7) +9.1″

LINKS
Vai alla categoria Mondiali GP, 250 e 125
Vai alla categoria Motociclismo
[sito esterno] motogp.com

Ducati 749

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: